VALUTARE IL RISCHIO SISMICO: obiettivi, obblighi e opportunità

3d libro

Autori: Biscuola Alessia e Fattori Lucio
Edizione: marzo 2017
Pagine: 144
Formato: 150×210 mm
ISBN: 978-88-6310-764-7
EPC Editore

Valutare il rischio sismico – Obiettivi, obblighi e opportunità. Secondo il D.Lgs. 81/2008 e con riferimenti a Norme Tecniche per le Costruzioni 2017, Linee guida per la classificazione sismica degli edifici e “Sismabonus” 2017

“Siamo un Paese straordinario e bellissimo, ma allo stesso tempo molto fragile. È fragile il paesaggio e sono fragili le città…” (Renzo Piano).

Questo libro nasce per offrire uno strumento semplice e pratico per comprendere il tema del rischio sismico. Si parla di obblighi, di metodi, di sanzioni ma anche di opportunità. I datori di lavoro, gli RSPP e i dirigenti, così come i consulenti, apprezzeranno i capitoli in cui si affrontano i principi di sismologia e di ingegneria sismica. Sono spiegati i metodi di valutazione del rischio sismico e di analisi della vulnerabilità secondo diverse modalità operative. Ciò consentirà, anche a chi non ha una preparazione tecnica di comprendere pregi e difetti di entrambi i metodi valutativi.

Sono illustrati aspetti comuni e di integrazione tra Testo Unico e Norme tecniche per le Costruzioni, con particolare riferimento agli obblighi per specifiche realtà produttive. Si analizza il nuovo criterio di classificazione degli edifici recentemente pubblicato dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici con una specifica Linea Guida. Poiché l’emergenza può verificarsi in ogni momento, si deve conoscere come gestirla. Si affronta quindi l’importanza dell’integrazione tra il PEE aziendale e i piani di emergenza comunali/locali e della valutazione post-evento sul rientro nell’edificio e la ripresa delle attività. In conclusione vengono analizzati gli aspetti economici delle attività di valutazione e miglioramento sismico, con riferimento sia all’orizzonte 2017-2021 previsto dalla recente Finanziaria con il Sismabonus e sia a benefici INAIL, assicurativi e di riduzione dei danni indiretti.